Comprensione degli strumenti DevOps: sviluppo, test e tecnologie di distribuzione coinvolte in DevOps

In questo blog sugli strumenti DevOps, imparerai quali sono gli strumenti DevOps più popolari e in quale fase del ciclo di vita DevOps rientrano. Capirai anche come puoi usare questi strumenti insieme.

Come molti, se sei alla ricerca di una carriera redditizia in DevOps e di una probabile , quindi diventa molto importante avere una solida conoscenza degli strumenti DevOps. Questo perché questi strumenti costituiscono parte integrante del tuo percorso di apprendimento di DevOps. Prima di procedere oltre, ti consiglio vivamente di consultare i seguenti blog:





I 10 motivi principali per imparare DevOps

utilizzando lo spazio dei nomi c ++



Ora diamo una rapida occhiata ai punti che discuterò in questo blog e sono i seguenti:

1. Strumenti DevOps

Strumenti DevOps - Strumenti DevOps - Edureka

L'immagine sopra mostra le varie fasi secondarie di DevOps e gli strumenti utilizzati in ciascuna di esse. Ciascuno degli strumenti in DevOps è associato a una particolare fase di DevOps.Parliamo ora delle fasi di DevOps e dello strumento utilizzato in quella fase. Tutte queste fasi insieme costituiscono il ciclo di vita DevOps.

2. Fasi DevOps

Di seguito sono riportate le varie fasi del ciclo di vita DevOps.



  1. Sviluppo continuo
  2. Test continuo
  3. CI (integrazione continua)
  4. CD (distribuzione continua)
  5. Monitoraggio continuo

Parliamo ora di queste fasi una per una.

Fase 1: sviluppo continuo

Strumenti utilizzati: Git, SVN, CVS, Mercurial

Descrizione: Git

Git gioca un ruolo cruciale quando si tratta di gestire il codice che i collaboratori contribuiscono al repository condiviso. Questo codice viene quindi estratto per eseguire l'integrazione continua per creare una build e testarla sul server di test e infine distribuirla nella produzione.

Git consente la comunicazione tra lo sviluppo e il team operativo. Quando si lavora a un progetto di grandi dimensioni con un numero enorme di collaboratori, diventa molto critico avere comunicazione tra i collaboratori mentre si apportano modifiche al progetto.

I messaggi di commit in Git svolgono un ruolo fondamentale nella comunicazione tra il team. I pezzi che tutti distribuiamo si trovano nel Git. Per avere successo in DevOps, è necessario disporre di tutte le comunicazioni in Controllo versione.

Per saperne di più su Git, puoi controllare i seguenti blog:

La fase successiva dopo lo sviluppo continuo è l'integrazione continua

Fase 2: integrazione continua

Strumenti: Jenkins, TeamCity, Travis

Descrizione: Jenkins

Jenkins è uno strumento di automazione open source scritto in Java con plugin creati per scopi di integrazione continua. Jenkins crea e testa il tuo software continuamente rendendo più facile per gli sviluppatori integrare le modifiche al progetto e rendendo più facile per gli utenti ottenere una nuova build. Consente inoltre la distribuzione continua del software integrandosi con un gran numero di tecnologie di test e distribuzione.

Con Jenkins, le organizzazioni possono accelerare il processo di sviluppo del software attraverso l'automazione. Jenkins integra i processi del ciclo di vita dello sviluppo come build, document, test, package, stage, deploy, analisi statica e molto altro.

Jenkins raggiunge l'integrazione continua con l'uso di plugin. I plugin consentono l'integrazione di varie fasi DevOps. Se vuoi integrare uno strumento particolare, devi solo installare i plugin per quello strumento. Ci sono numerosi plugin in Jenkins come Git, Maven 2 project, Amazon EC2, HTML publisher, ecc.

gestione degli acquisti nella gestione dei progetti

Se vuoi saperne di più su Jenkins, puoi dare un'occhiata al seguente blog:

Dopo l'integrazione continua, la fase successiva è il test continuo.

Fase 3: test continui

Strumenti utilizzati: Jenkins, Selenium TestNG, JUnit

Descrizione: Selenio

Selenium è uno strumento open-source che viene utilizzato allo scopo di automatizzare i test effettuati sui browser web. Open source significa semplicemente che non è necessario pagare nulla per il costo della licenza e questo è un grande vantaggio rispetto ad altri strumenti di test. Altri motivi alla base della crescente popolarità del selenio sono i seguenti:

  • Gli script di test possono essere scritti in uno qualsiasi di questi linguaggi di programmazione come Java, Python, C #, PHP, Ruby, Perl e .Net

  • È possibile eseguire i test in uno qualsiasi di questi sistemi operativi come Windows, Mac o Linux

  • Inoltre, puoi eseguire i test utilizzando qualsiasi browser come Mozilla Firefox, Internet Explorer, Google Chrome, Safari o Opera

  • Può essere facilmente integrato con strumenti come TestNG e JUnit per la gestione dei casi di test e la generazione di report

  • Può anche essere integrato con Maven, Jenkins e Docker per ottenere test continui

Se sei interessato a saperne di più sul selenio, puoi controllare i seguenti blog:

Dopo aver eseguito il test continuo, l'applicazione passa ora alla fase di distribuzione continua.

Fase 4: distribuzione continua

Strumenti utilizzati: Strumenti di gestione della configurazione: Chef, Puppet, Ansible e Containerizzazione - Docker, Vagrant

Descrizione: Ansible e Docker

Ansible:

Se pensi all'infrastruttura come parte dell'applicazione, cioè come Infrastructure as Code (IaC), la stabilità e le prestazioni diventano normative. Infrastructure as Code è semplicemente il processo di gestione e provisioning dell'infrastruttura di elaborazione e della relativa configurazione tramite file di definizione elaborabili dalla macchina.

È qui che l'automazione Ansible gioca un ruolo cruciale e si distingue tra i suoi pari. In DevOps, gli amministratori di sistema lavorano a stretto contatto con gli sviluppatori, c'è un miglioramento nella velocità di sviluppo e si dedica più tempo a svolgere attività come l'ottimizzazione delle prestazioni, la sperimentazione e le operazioni giuste e si dedica meno tempo alla risoluzione dei problemi.

Per saperne di più su Ansible puoi dare un'occhiata ai seguenti blog:

Tutorial Ansible

Docker:

Docker è una piattaforma che impacchetta un'applicazione e tutte le sue dipendenze sotto forma di contenitori. Questo aspetto della containerizzazione di Docker ti assicura che l'applicazione può funzionare in qualsiasi ambiente.

Come puoi vedere nel diagramma, ogni singola applicazione viene eseguita su contenitori separati e ha il proprio set di dipendenze e librerie. Ciò garantisce che ogni applicazione sia indipendente da altre applicazioni, dando agli sviluppatori la certezza che possono creare applicazioni che non interferiranno l'una con l'altra.

Quindi uno sviluppatore può creare un contenitore su cui possono essere installate diverse applicazioni e darlo al team di controllo qualità. Quindi il team QA dovrebbe solo eseguire il contenitore per replicare l'ambiente dello sviluppatore.

Se desideri esplorare ulteriormente Docker, puoi dare un'occhiata ai seguenti blog:

cos'è una parola riservata in java

Tutorial Docker

Architettura Docker

Una volta distribuita l'applicazione, è necessario monitorare le prestazioni dell'applicazione. Ciò accade nella fase di monitoraggio continuo di DevOps.

Fase 5: monitoraggio continuo

Strumenti utilizzati: Splunk, ELK Stack, Nagios, New Relic

Descrizione: Nagios

Nagios viene utilizzato per il monitoraggio continuo di sistemi, applicazioni, servizi e processi aziendali, ecc. In una cultura DevOps. In caso di guasto, Nagios può avvisare in modo proattivo il personale tecnico del problema. Ciò consente loro di avviare i processi di riparazione prima che le interruzioni influiscano sui processi aziendali, sugli utenti finali o sui clienti. Con Nagios, non devi spiegare perché un'interruzione invisibile dell'infrastruttura influisce sui profitti della tua organizzazione.

Se vuoi saperne di più su Nagios, puoi controllare il seguente blog:

Tutorial di Nagios

Con questo, ho coperto tutte le fasi DevOps e lo strumento utilizzato in ciascuna di queste fasi. Quindi questo è stato tutto da parte mia in questo blog su DevOps Tools. Spero che ora abbiate una buona idea dei vari strumenti DevOps.

Ora che hai capito Strumenti DevOps , controlla il da Edureka, una società di formazione online affidabile con una rete di oltre 250.000 studenti soddisfatti sparsi in tutto il mondo. Il corso di formazione sulla certificazione DevOps di Edureka aiuta gli studenti a capire cos'è DevOps e ad acquisire esperienza in vari processi e strumenti DevOps come Puppet, Jenkins, Nagios, Ansible, Chef, Saltstack e GIT per l'automazione di più passaggi in SDLC.

Hai domande per noi? Per favore menzionalo nella sezione commenti e ti risponderemo.